Reclutamento 2016 :-)

A tutti i soci della Pro Loco Preggio

Oggetto: Uniamoci nel volontariato

In previsione di organizzare la 49° Sagra della Castagna che si terrà il 14-15-16 ottobre 2016, chiedo ai soci della Pro Loco la propria disponibilità per formare l’organico dei volontari necessari allo svolgimento della Sagra.
Oltre ai soci l’invito è esteso anche ad amici e conoscenti che vogliano offrire il proprio contributo.
Come è stato spiegato nella precedente riunione del 28/02/2016, che aveva come oggetto la “Relazione del Consuntivo 2015”, a partire da questa edizione, la Sagra della Castagna sarà gestita interamente dalla Pro Loco. La Stessa ha dovuto adeguarsi alle nuove normative Regionali, vedasi Consuntivo 2015 e relazione del Presidente (459 download) , per mantenere la natura di Sagra della Castagna, con finalità rivolte alla valorizzazione del Paese.
In data 12 Giugno 2016 alle ore 17, presso le scuole di Preggio, si svolgerà un’Assemblea pubblica alla quale sei invitato a partecipare e dove si verificherà la disponibilità dei volontari e le loro mansioni.
Auspichiamo che le adesioni siano numerose a dimostrazione del profondo legame che ognuno di noi ha per Preggio.
Per chi non potrà partecipare si chiede di comunicare telefonicamente la propria adesione, entro la stessa data, ad uno dei seguenti numeri:

  • Alberto 3483004785
  • Matteo 3495775253
  • Giorgio 3357122484

Il Presidente della Pro Loco Preggio

Alberto Bufali

Il Carnevale Morto di Preggio

La processione del Carnevale Morto di Preggio si svolge percorrendo le vie del paese mentre si recita un rosario profano.
La scena finale è l’operazione che il medico tenta come ultima speranza per salvare il carnevale morente.
Ma nonostante l’esito positivo dell’operazione .. il carnevale muore.

La processione del Carnevale Morto di Preggio si svolge percorrendo le vie del paese mentre si recita un rosario profano.
La scena finale è l’operazione che il medico tenta come ultima speranza per salvare il carnevale morente.
Ma nonostante l’esito positivo dell’operazione .. il carnevale muore.

Pranzo sociale 2015

Come tutti gli anni è consuetudine ritrovarci a fine anno intorno ad un tavolo imbandito. Quello di quest’anno è qui a Castel Rigone da Erman, per dimostrare la dovuta riconoscenza a tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione degli eventi di questo anno: Preggio nel tempo, la Sagra della Castagna eventi ormai consolidati, ma anche quelli nuovi come il notiziario Preggio News, i laboratori didattici nella ex scuola e quelli che nel futuro abbiamo in mente di realizzare.

È per me un piacere poter esprimere a nome della Proloco e mio personale, tutta la gratitudine estesa a quanti, sia ora che in passato, hanno dimostrato il proprio attaccamento al paese, proponendosi in disponibilità e collaborazione nei vari progetti intesi a migliorare la qualità della vita in questo nostro paese: Preggio.
Da quest’anno abbiamo insieme a noi un gruppo numeroso dei ex bambini della Colonia, ed è con una grande emozione che li accogliamo con un grande applauso.
Sapete tutti che con loro e grazie a loro siamo riusciti ad organizzare il 30 maggio scorso un evento a Preggio veramente importante : la ricorrenza è stata quella del 60° anniversario della visita a Preggio del Patriarca di Venezia Angelo Roncalli.
La manifestazione si è svolta alla presenza del Cardinale Gualtiero Bassetti, del Sindaco Marco Locchi del parroco Don Francesco e di tutti i preggesi, insieme ai ritrovati ex bambini della Colonia ed a loro due insegnanti, Antonietta Fabbri ed Antonio Miscia.
Una giornata che ha suggellato tra i preggesi e gli ex bambini nella ritovata accoglienza un profondo sentimento di amicizia e di stima. Almeno per me è stato come se dal periodo della loro permanenza a Preggio fino ad oggi fossimo sempre rimasti in contatto.
Voglio ringraziare tutti anche quelli che non sono potuti intervenire oggi a questo banchetto quelli più lontani da noi:
Ingegneri Beniamino ed i suoi fratelli Leopoldo ed Angelo e la sorella Marta.
E di quelli presenti non posso non salutare Pierino Monaldi, Angeletti Emilo, Del Dottore Giuseppe ed Oscar Marta che sono stati i promotori ed organizzatori dell’evento e che sono insieme a tutti gli altri sono i prosecutori di questa profonda amicizia che ci terrà sempre uniti.

Continuando i saluti non posso non salutare il Sindaco Marco Locchi e signora, che con la loro presenza ci onorano e ci testimoniano l’ attaccamento che hanno nei confronti di Preggio. Anche se è una piccola realtà quella di Preggio costituisce però un piccolo fiore all’occhiello per il comune di Umbertide.
Oggi , approfittando della presenza di quasi la totalità dei soci della Proloco, chiediamo ai suoi amministratori di poter destinare le risorse economiche necessarie per la continuazione dei progetti che insieme ci siamo impegnati a realizzare a Preggio.

Questi sono tra i più immediati, che grazie anche al contributo della Proloco Preggio stiamo portando avanti:

  1. SISTEMAZIONE DEL PARCO DELLA ROCCA.
  2. RIQUALIFICAZIONE EX SCUOLA.
  3. MUSEO DEL GIOCATTOLO POVERO.
  4. RECUPERO AREA LAVATOI.
  5. CARTELLI ILLUSTRATIVI.
  6. NUMERI CIVICI.
  7. PAVIMENTAZIONE DI PIAZZA S.GIVANNI XXIII E DEL COMUNE.
  8. SISTEMAZIONE AREA PROTEZIONE CIVILE A PARCHEGGIO PER CAMPER E ROULOTTE.
  9. RIQUALIFICAZIONE DELLA VIABILITA’ E CREAZIONE DI NUOVI PARCHEGGI.

Nel congedarmi da voi voglio ringraziare ancora una volta, soprattutto i volontari che contribuiscono con il loro prezioso operato a rendere possibile tutto questo.
Invito tutti a far presente le proprie opinioni e suggerimenti in merito a problematiche che possono essere sfuggite al consiglio direttivo della Proloco perché la Proloco siete tutti voi.

Un cordiale saluto.

Il Presidente della Proloco Preggio
Dott. Ing. Alberto Bufali

Apertura del Museo “MIMUSO” a Preggio

MIMUSO è l’acronimo di: Metti In Mostra Uno Strano Oggetto.

In occasione dell’inizio della Sagra della Castagna a Preggio, che sarà il 16 Ottobre 2015, aprirà il Museo MIMUSO dove si troveranno esposti oggetti strani!
Strani perché non si usano più e non si conoscono nella maggior parte dei casi: sono gli oggetti della nostra storia ancorati nella memoria solo delle persone anziane che magari ne hanno fatto largo uso, e che a vederli raccolti e catalogati in questo piccolo museo, ti danno una sensazione di tenerezza e di tanta nostalgia di un tempo ormai passato.
Attrezzi della campagna, della casa, dei mestieri, ma anche giocattoli della tradizione popolare riproposti con i materiali usati un tempo, tutti in bella mostra.
Oggetti che parlano purtroppo anche della guerra che ha colpito il nostro paese e sopratutto i nostri paesani : nonni e padri.

Autori del MIMUSO sono Sandro Franceschini ed Alberto Bufali, di Preggio, che hanno messo insieme i propri oggetti frutto di una lunga ricerca, e grazie anche all’aiuto di tante altre persone che si sono mano a mano coinvolte portando i loro, sono riusciti a realizzare in un piccolo spazio, con starni oggetti, la storia della memoria.

“ Ci aspettiamo molti visitatori” dicono Sandro ed Alberto prima dell’inaugurazione “ ai quali spiegheremo la funzione di ogni singolo oggetto e la sua provenienza”.