Giornata Ecologica Maggio 2015

Sabato 2 Maggio 2015

al Parco della Rocca di Preggio

giornata di sensibilizzazione sul tema della salvaguardia dell’ambiente.

L’iniziativa prevede la ripulitura delle piante tagliate e del sottobosco del parco.

PROGRAMMA

  • ore 08:30 Ritrovo dei volontari in Piazza
  • ore 09:00 Inizio operazioni sotto la guida di Silvano
  • ore 13:00 Pranzo a base di carne alla brace

È OBBLIGATORIO DISPORRE DI ABBIGLIAMENTO ADEGUATO

Raduno dei bambini ospiti della colonia di Preggio tra il 1949 e il 1963

Anche se soltanto per un giorno, Preggio riavrà il collegio maschile della Colonia “Madonna delle Grazie” dove, nel periodo compreso tra il 1949 e il 1963, furono ospitati tanti bambini poveri, disagiati, orfani, provenienti dall’Umbria ma anche da altre regioni italiane. L’occasione sarà il 30 maggio 2015, anniversario della storica visita a Preggio dell’allora patriarca di Venezia Angelo Roncalli, poi diventato Papa ed oggi Santo, a cui è stata intitolata la piazza principale del borgo.

Alla Colonia “Madonna delle Grazie”, di proprietà dell’Arcivescovato di Perugia, i bambini venivano ospitati per circa cinque anni, il tempo necessario a frequentare la locale scuola elementare. La gestione della Colonia era affidata alle “Suore della Provvidenza e dell’Immacolata Concezione”, aiutate da alcune signorine, giovani insegnanti anche di Umbertide. I bambini ospiti erano circa 80/85 con un’età compresa tra 6 e 12/14 anni e, insieme ai bambini di Preggio e dintorni, formavano le cinque classi elementari.

Nel periodo estivo, terminata la scuola, chi non poteva tornare a casa restava nel collegio e l’unica vacanza era costituita da qualche giorno al mare alla “Colonia Stella Maris” di Senigallia, sempre di proprietà dell’Arcivescovato di Perugia.

Quelli alla colonia sono stati anni difficili, lontano da casa e dagli affetti familiari ma la durezza e la disciplina del collegio sono state superate grazie al sentimento di fratellanza che si era creato tra gli ospiti e all’accoglienza degli abitanti di Preggio.

Una data importante per tutti i bambini della colonia è stata il 30 maggio del 1955 quando venne a Preggio l’allora Patriarca di Venezia, Angelo Roncalli per ringraziare la popolazione locale e le maestranze del collegio per aver ospitato alcuni bambini di Adria, trasferitisi lì dopo l’alluvione del Polesine del 1951.

È proprio per celebrare il 60 anniversario di questo storico evento che si è formato un Comitato degli ex bambini della Colonia, oggi persone di settant’anni e più, che sta organizzando insieme alla Proloco di Preggio un raduno degli ex bambini della Colonia. L’appuntamento sarà per il prossimo 30 maggio quando gli “ex bambini” della colonia si rivedranno dopo tanti anni, magari senza riconoscersi nell’aspetto, ma sicuramente riconoscendosi nei racconti di ciascuno di loro. Per l’occasione, nella piazza centrale di Preggio, piazza San Giovanni XXIII, verrà anche apposta una targa a ricordo della presenza in paese dei bambini e come ringraziamento per l’ospitalità ricevuta. Sarà quindi una giornata importante per tutta la comunità di Preggio e soprattutto per gli ex bambini della colonia che hanno invitato a partecipare all’evento anche il cardinale Gualtiero Bassetti e Papa Francesco.

Per informazioni è possibile contattare il Comitato nella persona di Oscar Marta 330-924325, Pierini Monaldi 338-6428517 oppure il presidente della Pro Loco Alberto Bufali 348-3004785 o proloco@preggio.info .

I bambini della Scuola dell’infanzia Monini di Umbertide in visita a Preggio

Continua la collaborazione tra la Proloco di Preggio e le scuole del capoluogo. Questa volta l’incontro con i piccoli bambini dell’infanzia è stato caratterizzato dalla visita naturalistica all’interno del parco della Rocca nei giorni 25 e 27 Novembre 2014.
L’importanza di questa iniziativa, richiesta fortemente dalle insegnanti di questa scuola, è fondamentale per i bambini che, durante una semplice passeggiata lungo i sentieri della vecchia castagneta imparano a riconoscere gli aspetti autunnali del bosco. Gli alberi, gli uccelli, gli insetti e gli animali sono stati illustrati con semplicità dalle persone del posto oltre che dall’ esperto in materia floro-faunistica dott. Franco Fabbri.
Dopo la passeggiata i bambini sono stati stimolati a commentare e disegnare le loro impressioni di questa visita nelle aule della ex scuola. Il vecchio contenitore che ancora una volta ospitando i bambini della Monini, torna a respirare, insieme ai paesani, l’allegria e la gioia di vivere che solo loro riescono a trasmettere.
Come aveva promesso la Proloco questa iniziativa che si ripeterà nel periodo primaverile, e con le altre iniziative legate al laboratorio del giocattolo povero…”possano continuare anche nei prossimi anni e possano coinvolgere sempre di più bambini e ragazzi e magari anche adulti che, riescano a sviluppare la propria creatività e fantasia stando a contatto con i luoghi, le persone, insieme ai profumi ed i colori che solo la natura di questi luoghi sa regalare.”
Questa è una letterina di una bambina di 5 anni di nome Elisa, insieme ad alcune foto della giornata.

Elisa racconta la sua gita a Preggio.pdf (474 download)

 

Trekking delle ginestre 2014

Sabato 26 aprile, appuntamento alle ore 8,45 al vasto parcheggio che si incontra prima di arrivare al paese di Preggio di Umbertide, partenza per l’escursione alle ore 09.00.
Per la prima uscita dei Trekking delle ginestre 2014 ci spostiamo sulle colline tra il lago Trasimeno ed il territorio del comune di Umbertide in loc. Preggio.

Sabato 26/04/2014: boschi e pascoli intorno a Preggio

20140426_132020Sabato 26 aprile, appuntamento alle ore 8,45 al vasto parcheggio che si incontra prima di arrivare al paese di Preggio di Umbertide, partenza per l’escursione alle ore 09.00.
Per la prima uscita dei Trekking delle ginestre 2014 ci spostiamo sulle colline tra il lago Trasimeno ed il territorio del comune di Umbertide in loc. Preggio.
L’antico abitato a 638 mt di altezza è circondato da una ricca vegetazione e boschi.
L’itinerario parte subito in salita tra belle case sulle propaggini di monte Murlo sulla cui cima nascoste tra i rovi e la vegetazione ci sono i resti di un insediamento pre romano posto controllo della via di Passo tra i settori etruschi del cortonese e l’alta valle del Tevere.
Nel bosco misto con belle aperture panoramiche sul monte Acuto si notano grandi esemplari di castagni che con la loro maestosità si impongono alla nostra attenzione.
Dal P.sso di Via Croce a mt 618 si comincia a scendere e poco dopo si incontra una radura con belle querce e grande panorama sulla valle del Niccone con i vicini castelli di Sorbello in toscana e di Reschio in Umbria.
Giunti sul piano si riguadagna quota passando tra bei poderi splendidamente ristrutturati, giungendo in breve al punto di partenza.
Riprese le auto con chi vuole ci sposteremo fino all’abitato di Preggio dove grazie alla collaborazione della Pro loco visiteremo il borgo con la rocca antecedente al 1000 ed alcune interessanti chiese.
Al termine “sdigiuno” che comporta una spesa di € 5 cadauno .

Note:

  • L’itinerario di un certo impegno è lungo km 9 e presenta un dislivello di circa 460 mt. E lo percorreremo in circa 3 ore escluse le soste.
  • Quota massima dell’itinerario mt 775, quota minima mt 500.
  • Il percorso si sviluppa su strade bianche e sentieri nel bosco che in caso di recenti piogge risulteranno particolarmente fangosi.
  • Obbligatori scarponcini da trekking e abbigliamento adatto alla stagione.

Prenotazione obbligatoria ENTRO GIOVEDI’24 APRILE per chi rimane allo “sdigiuno” contattando anche solo x info:
Daniela Di Giorgio 3492855176 – digiorgio.d@libero.it

Vi ricordiamo, per chi non si è iscritto, che l’iscrizione alla singola camminata è di € 3, l’abbonamento a tutte (per chi non lo ho già fatto ricordiamo che dura fino a novembre) € 20.

Buoni passi da G.A.E. Zurli Gian Piero.

In allegato il programma completo delle uscite 2014 [Download non trovato]